Eterotopie | PIANO & SOUND FESTIVAL

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Programma 2013 Sabato . 22 . Giugno
Sabato . 22 . Giugno
22 giugno013.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Spazio Sant’Agnese 10 ore 18,00

 

MITI ri TROVATI exibition

personale di Lorenzo Manenti

a cura di MAC Mantova Arte Contemporanea | Spazio Santagnese 10

inaugurazione

 

Lo Spazio Sant’Agnese, ideale piattaforma di incontro d’artisti, ospita una selezione di opere dell’arstista bergamasco Lorenzo Manenti, il cui sguardo sul mito ci interroga in modo originale e profondo circa il concetto di memoria e tempo.

w a g n e r t u b e (orari di apertura)

il meglio di Wagner in rete

 

da Visconti a Capitan Harlock, da Apocalypse Now a Fantasia, documenti rari ed esilaranti, il meglio di Wagner in rete....

 

MITO  e  METAMORFOSI conferenza

la trasformazione nell’arte moderna

Giovanni Pasetti

 

Loggia del grano ore 21,15

 

MITO ANARCHICO

ICARUS ENSEMBLE Junior

 

Giorgia Balivo

Gabriele Genta

Vittorio Licci

Francesco Pedrazzini

Chiara Schiatti

Nicolò Tomasello


musiche di John Cage, Francesco Filidei, Icarus Vs Musak

 

Un concerto per giradischi, percussioni, oggetti riciclati, dedicato alla musica di John Cage, geniale creatore di una nuova estetica ispirata dal pensiero anarchico di H. D Thoreau. A completare il percorso un brano tratto dall'opera di Francesco Filidei, N.N. Il Sovversivo. Vita e morte dell’anarchico Serantini tratto dall’omonimo libro di Corrado Stajano, seguito da un set di improvvisazione....di Icarus vs Muzak

programma di sala

 

 


biografie

manenti > Lorenzo Manenti Nato a Romano di Lombardia (BG) nel 1978. Ha frequentato il Liceo Artistico Statale di Bergamo, allievo di Giulio Albrigoni, e l’Accademia di Belle Arti di Brera. Nel corso degli ultimi 10 anni ha effettuato brevi viaggi in Egitto, Giordania, Iran, Siria, Uzbekistan, Turkmenistan, Istanbul e Gerusalemme. Vive e lavora a Ghisalba (BG).

 

Principali esposizioni

Game over press start, collettiva, spazio b-artcontemporary, a cura di R.Bianche, Seveso (MB)

BAF Bergamo Arte Fiera, collettiva presso lo stand Triangoloarte, Bergamo.

Area contemporanea sette, collettiva, galleria Triangoloarte, Bergamo.

Black sea, collettiva a cura di V. Agosti, gallery Avalon Island, Orlando, Florida, USA.

BAF Bergamo Arte Fiera, collettiva presso lo stand Triangoloarte, Bergamo.

Non rompete le scatole, collettiva a cura di A. Pasquali e R. Bianche, Seveso (MB).

Mare nero, collettiva a cura di V. Agosti, Palazzo Guidobono, Tortona (AL).

Area contemporanea sei, collettiva, galleria Triangoloarte, Bergamo.

Undici+1, collettiva a cura di O. Sgobio, spazio d’arte PISCINACOMUNALE, Milano.

50, collettiva, galleria Triangoloarte, Bergamo.

Mare nero, collettiva a cura di V. Agosti e V. Scardigno, Barriera Albertina, Novara.

b Open studio_Figurazione Indipendente, collettiva a cura di E. Genna, associazione Artigirovaghe, Milano.

STEP09 the art fair that’s a step ahead, preview PISCINACOMUNALE, Museo Nazionale della Scienza e della             Tecnologia Leonardo Da Vinci, Milano.

Indagini sul presente, collettiva a cura di E. Genna, Spazio Prima Materia, Milano.

Le Meduse, collettiva, a cura di V. Agosti, Spazio Nono 1, Fabbrica del Vapore, Milano.

Acquisizioni 2010, collettiva, a cura di C. Rizzi, Civico Museo Parisi Valle, Maccagno (VA).

Mesopotamia perduta, suggestioni pittoriche, personale, presentazione a cura di S. Casini e L.P. Nicoletti,     Civico Museo Archeologico, Bergamo.

Perduto Iraq (saccheggio in mesopotamia), personale, a cura di L.P. Nicoletti, spazio Officina dell’Arte, Rho     (MI).

Guerre et ‘Paix’ à Bagdad, bipersonale, a cura di N. Rostkowski, Galerie Orenda Art International, Parigi.

Lost Iraq, personale, a cura di A. Pasquali, spazio d’arte PISCINACOMUNALE, Milano.

In-urban, collettiva, a cura di G. Agostini e L. Manenti, spazio ex-Montecatini, Romano di Lombardia (BG).

Irakena, personale, a cura di L.P. Nicoletti, Fondazione Gianni e Roberto Radice, Milano.

Premio Morlotti, a cura di G. Seveso e D. Montalto, Fondazione Granata - Braghieri, Imbersago (LC).

Ri-esistenze, collettiva, a cura di G. Cerri, Galleria d’Arte ‘Cascina Roma’, S.Donato Milanese (MI).

XXIII Rassegna Nazionale di Disegno G. Segantini, Libera Accademia di Pittura ‘V. Viviani’, Nova Milanese (MI).

Frammenti (italienische bildende kunst), collettiva, Rote fabrik, Zurigo.

Nuove proposte 1, collettiva, a cura di G. Cerri, Renzo Cortina Associazione Culturale, Milano.

Premio Carlo Dalla Zorza, a cura di E. Pontiggia, Galleria Ponte Rosso, Milano.

Arte figurativa italiana, collettiva, Dynamogalerie, Zurigo.

Salon I, collettiva, Galleria Arte Borgogna, Milano.

 

 

 

Con il patrocinio della
Fondazione I Teatri di Reggio Emilia
Con il patrocinio della 
Regione Emilia Romagna
Con il patrocinio della 
Provincia di Reggio Emilia
Con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Reggio Emilia
Con il patrocinio della 
Federazione Cemat, progetto Sonora

Icarus Junior nasce nel 2007 all’interno dell’Officina delle Arti di Reggio Emilia come progetto speciale dell’Icarus Ensemble. Composto all’origine da musicisti di età compresa tra i nove e i quattordici anni, inizia la sua attività con esperienze di improvvisazione condotte da Philip Corner e Malcolm Goldstein. Partecipa con trascrizioni dal Flauto Magico di Mozart  al “Flauto di strada” di Reggio Emilia (regia di Francesco Micheli), con un passaggio in diretta radiofonica sulla RAI. La prima esperienza in un festival di arte contemporanea avviene al REC 2007 di Reggio Emilia con “Prove di volo”, progetto multimediale realizzato in collaborazione con Otolab (collettivo milanese di videoarte) e con Martinenfabrik. Otto compositori specializzati nelle nuove tecnologie elettroniche scrivono per l’ensemble di ragazzi. “Prove di volo” viene eseguito successivamente a Exitime di Bologna, in collaborazione con DMS dell’Università, a Reggio Children, allo Spring Festival of the Bay Area di San Francisco (in collaborazione con Istituto italiano di cultura), a SIXE (Suono Italiano per l’Europa a cura della Federazione Cemat). Il progetto successivo è “The Dark Side of the Moon- Revisited”, libera trascrizione dell’omonimo album dei Pink Floyd con le immagini di Martinenfabrik. “The Dark Side” viene precentato al REC di Reggio Emilia, alla Biennale di Zagabria, alla Notte Bianca di Reggio Emilia. Nell’autunno 2008 Icarus Junior partecipa insieme all’Icarus Ensemble al festival Sincronie di Milano. Successivamente i ragazzi hanno fatto esperienze nel campo della musica improvvisativa (Italiart a Digione), dell’informale (Changing the System di Christian Woolf concertato da David Ryan e Gianni Trovalusci al REC 2009) e hanno eseguito un estratto dell’”Opera Fola” di Francesco La Licata, prevista per il 2011 al Maggio Musicale Fiorentino. Nel novembre 2009 la partecipazione a Sincronie all’Opera House del Cairo e all’Opera House di Alessandria d’Egitto. A chiusura del festival REC 2009 Icarus Junior esegue la Sinfonia n.39 K. 543 di Mozart insieme agli archi del Conservatorio di Cesena al Teatro Valli di Reggio Emilia. Per il 2010 è previsto un nuovo programma legato alle trascrizioni di musica antica, da Perotinus a Bach. ). Icarus Junior gode del patrocinio dei Teatri di Reggio Emilia (Icarus ne è l’ensemble in residenza), della Regione Emila Romagna, della Provincia di Reggio Emilia, del Comune della città di Reggio Emilia, del Progetto Sonora del Ministero degli Affari Esteri.

> LORENZO MANENTI
Nato a Romano di Lombardia (BG) nel 1978.
Ha frequentato il Liceo Artistico Statale di Bergamo, allievo di Giulio Albrigoni, e l’Accademia di Belle Arti di Brera. Nel corso degli ultimi 10 anni ha effettuato brevi viaggi in Egitto, Giordania, Iran, Siria, Uzbekistan, Turkmenistan, Istanbul e Gerusalemme.
Vive e lavora a Ghisalba (BG).
Principali esposizioni:
2013:
-Game over press start, collettiva, spazio b-artcontemporary, a cura di R.Bianche, Seveso (MB)
-BAF Bergamo Arte Fiera, collettiva presso lo stand Triangoloarte, Bergamo.
2012:
-Area contemporanea sette, collettiva, galleria Triangoloarte, Bergamo.
-Black sea, collettiva a cura di V. Agosti, gallery Avalon Island, Orlando, Florida, USA.
-BAF Bergamo Arte Fiera, collettiva presso lo stand Triangoloarte, Bergamo.
2011:
-Non rompete le scatole, collettiva a cura di A. Pasquali e R. Bianche, Seveso (MB).
-Mare nero, collettiva a cura di V. Agosti, Palazzo Guidobono, Tortona (AL).
-Area contemporanea sei, collettiva, galleria Triangoloarte, Bergamo.
-Undici+1, collettiva a cura di O. Sgobio, spazio d’arte PISCINACOMUNALE, Milano.
-150, collettiva, galleria Triangoloarte, Bergamo.
-Mare nero, collettiva a cura di V. Agosti e V. Scardigno, Barriera Albertina, Novara.
-Open studio_Figurazione Indipendente, collettiva a cura di E. Genna, associazione Artigirovaghe, Milano.
2010:
-STEP09 the art fair that’s a step ahead, preview PISCINACOMUNALE, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, Milano.
-Indagini sul presente, collettiva a cura di E. Genna, Spazio Prima Materia, Milano.
-Le Meduse, collettiva, a cura di V. Agosti, Spazio Nono 1, Fabbrica del Vapore, Milano.
-Acquisizioni 2010, collettiva, a cura di C. Rizzi, Civico Museo Parisi Valle, Maccagno (VA).
2009:
-Mesopotamia perduta, suggestioni pittoriche, personale, presentazione a cura di S. Casini e L.P. Nicoletti, Civico Museo Archeologico, Bergamo.
-Perduto Iraq (saccheggio in mesopotamia), personale, a cura di L.P. Nicoletti, spazio Officina dell’Arte, Rho (MI).
2008:
-Guerre et ‘Paix’ à Bagdad, bipersonale, a cura di N. Rostkowski, Galerie Orenda Art International, Parigi.
-Lost Iraq, personale, a cura di A. Pasquali, spazio d’arte PISCINACOMUNALE, Milano.
2007:
-In-urban, collettiva, a cura di G. Agostini e L. Manenti, spazio ex-Montecatini, Romano di Lombardia (BG).
-Irakena, personale, a cura di L.P. Nicoletti, Fondazione Gianni e Roberto Radice, Milano.
-Premio Morlotti, a cura di G. Seveso e D. Montalto, Fondazione Granata - Braghieri, Imbersago (LC).
2006:
-Ri-esistenze, collettiva, a cura di G. Cerri, Galleria d’Arte ‘Cascina Roma’, S.Donato Milanese (MI).
-XXIII Rassegna Nazionale di Disegno G. Segantini, Libera Accademia di Pittura ‘V. Viviani’, Nova Milanese (MI).
2005:
-Frammenti (italienische bildende kunst), collettiva, Rote fabrik, Zurigo.
2003:
-Nuove proposte 1, collettiva, a cura di G. Cerri, Renzo Cortina Associazione Culturale, Milano.
2002:
-Premio Carlo Dalla Zorza, a cura di E. Pontiggia, Galleria Ponte Rosso, Milano.
2000:
-Arte figurativa italiana, collettiva, Dynamogalerie, Zurigo.
1997:
-Salon I, collettiva, Galleria Arte Borgogna, Milano.

pasetti > Giovanni Pasetti nasce a Mantova il 5 marzo 1958. Si diploma presso il Liceo Classico Virgilio di Mantova. Si laurea in Fisica (specializzazione Informatica) presso l'Università degli Studi di Bologna. In seguito lavora come programmatore libero professionista. Webmaster, nel 1995 crea in rete alcuni siti di interesse storico-artistico. Nel 1988 fonda insieme ad alcuni amici la rivista periodica di cultura a diffusione nazionale La Corte di Mantova, dal 1990 semplicemente La Corte. Ne è direttore editoriale per tre anni. Dal 1994 inizia a collaborare con la Provincia di Mantova. Organizza e dirige presso la Casa del Mantegna una mostra dal titolo Progetto Mantegna, riguardante le bellezze artistiche e i musei del territorio mantovano. Per tre anni è consigliere presso l'Azienda per il Turismo di Mantova, su nomina provinciale. Nel 1997 e nel 1998 partecipa al Festivaletteratura in qualità di guida e conferenziere. Nel 2000 diviene consigliere, in qualità di rappresentante del Comune, dell'appena nata Fondazione Mantova Capitale Europea dello Spettacolo, riconosciuta per legge dalla Regione Lombardia. Dal 2004 al 2011 ricopre la carica di Presidente e direttore artistico. Dirige cinque edizioni del Festival Teatro di Mantova. Ne è contemporaneamente direttore artistico. Dirige anche sette stagioni di Mantova Teatro, stagione di prosa del Comune di Mantova. Organizza complessivamente la rappresentazione di oltre quattrocento spettacoli, consegna sei premi Arlecchino d'Oro, sei premi Hystrio-Festival Teatro di Mantova, un premio speciale del decennale. Le manifestazioni coinvolgono artisti di levatura internazionale. Organizza nel 2005 il convegno I Gonzaga e l'Impero. Un suo saggio sull'iconografia della Commedia dell'Arte è ospitato nell'omonimo volume edito da Le Lettere. Diviene Project Manager per conto del Comune di Mantova del Progetto Mtt (Mantova Terre di Teatro, con il patrocinio e il finanziamento del Mibac), dal 2007 al 2009. Per quattro anni fa parte del Comitato Scientifico del Centro di Palazzo Te. Ha scritto 22 libri di diverso argomento, quasi tutti editi (7 romanzi, 2 raccolte di racconti, una raccolta di poesie, 2 saggi di argomento scientifico, 2 traduzioni di romanzi, 8 saggi di storia dell'arte o della letteratura). È intervenuto con propri articoli su riviste e giornali. Ha collaborato ad altre pubblicazioni collettive. Svolge attività di conferenziere, in special modo nell’ambito della Storia dell’Arte, disciplina che ha raccontato per dieci anni consecutivi in lezioni presso la Casa della Beata Osanna Andreasi. Ha visto rappresentati due suoi soggetti teatrali. Dal 2003 al 2007 ha gestito una galleria d’arte, presentando oltre quindici esposizioni di artisti contemporanei.

 

 


 


 


 

 

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito.